Martedì 18 Giugno, ore 18.00 “L’Accoglienza: costruire ponti, abbattere muri”

Papa Francesco ha chiesto ai giovani a Cracovia: “Abbiate il coraggio di insegnarci che è più facile costruire ponti che innalzare muri”: di fatto però favorire con  le azioni il monito del Santo Padre, non è affatto scontato: spesso è più facile arroccarsi, per la paura del diverso e per la fatica della condivisione.

Per fortuna, ogni tanto, nelle tensioni che attraversano simili scelte, si stagliano limpide le esperienze positive dell’accoglienza, come imperativo etico e, al tempo stesso, scelta sociale lungimirante.

Incontreremo gli attori di quest’integrazione generosa, vedremo se e come sia possibile mettere a sistema tante belle energie, che hanno avuto il coraggio di rispondere all’appello del Papa.

Coordinatore: Giovanni Brauzzi

Interventi:

Andrea Cuccello, Segretario confederale CISL;

On. Emanuela Claudia Del Re, Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Mons. Guerino Di Tora, Presidente Fondazione Migrantes;

Cleofas Adrien Dioma, Consulente di relazioni internazionali, esponente della comunità Burkinabe in Italia;

Matilde Dolfini, Fondatrice Casa Betania/Onlus L’Accoglienza;

Oliviero Forti, Responsabile Ufficio Politiche Migratorie e Protezione Internazionale, Caritas Italiana;

Massimo Nevola, Rettore dell’Oratorio di San Francesco Saverio del Caravita.

Martedì 18 Giugno, presso l’Oratorio di S.Francesco Saverio del Caravita, si è svolto l’incontro conclusivo del Progetto Exodus dal titolo “L’Accoglienza: costruire ponti, abbattere muri”